Una luna dopo l'altra

Pubblicato da Aurelie aurelietrademark@leonoreadore.com il

Una luna dopo l'altra

Leonore Adore

Il bambù è il suo punto di forza, fino alle mutandine.

Ogni mese si ricomincia, e Leonore è ancora sorpreso.

A volte si sente lontana da se stessa e dal mondo, tra lei e i suoi gesti, tra lei e lei.

Un ritardo, un passo da parte. Non proprio lì, senza essere altrove o presentare qualcos'altro. No.

Solo un'impressione che la trattiene.

Quel giorno ci prova, si forza un po', e poi a volte si ricorda: conta i giorni, guarda la luna e sorride:

Sono loro che tornano, di regola, e non è necessariamente nulla. Il corpo è occupato e la mente vaga con esso. Variazioni di toni e umore come all'interno, è un nido che si allenta.

D'altra parte, troppo impegnata a cercare dove si trova, si dimentica, ed è un punto colorato che le ricorda la sua realtà: è passato un intero ciclo e il sangue è presente....

E tu?

Sei così diverso in quei giorni?

Diverso sé, adorabilmente donna


Prendiamoci il tempo di ascoltarci, il corpo ha anche cose da dirci, anche se gli altri non vogliono sentire nulla.


Condividi questo post



← Articolo più vecchio


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati